Solidarietà e Benessere

È il progetto ormai decennale del Centro Servizi per il Volontariato nella scuola per educare alla solidarietà e scoprire il volontariato.

Il progetto è rivolto a tutti gli studenti iscritti alle classi prime al fine di rimuovere gli ostacoli e le difficoltà da cui possono dipendere gli insuccessi scolastici.

Le attività previste coprono un arco temporale che va da giugno a novembre e prevedono quattro fasi di realizzazione.

  • Nella prima, mediante la consegna ai nuovi iscritti di un fascicolo di esercizi e consigli per le vacanze, si cerca di creare un raccordo con la scuola media.
  • Nella seconda (primi giorni di scuola), si vogliono favorire la conoscenza fra studenti che si incontrano la prima volta e la consapevolezza della nuova realtà scolastica, grazie a tutta una serie di attività previste dall’Accoglienza.
  • Nella terza fase i docenti, partendo dalla correzione degli esercizi assegnati per il periodo estivo, mireranno a rendere omogeneo il livello di preparazione iniziale di tutti gli studenti delle classi prime.
  • Infine, nella quarta fase, entro la metà di novembre, verranno attivati interventi di recupero destinati agli alunni che hanno evidenziato delle difficoltà.

Il nostro Liceo aderisce al Programma nazionale di Educazione alla pace e ai Diritti Umani “La mia scuola per la pace” promosso dal Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la pace e i diritti umani e dalla Tavola della pace.

Il progetto ha la finalità di aiutare quei ragazzi che, incontrando difficoltà durante il loro percorso scolastico, rischiano di perdere autostima e motivazione all’apprendimento.

Gli obiettivi che ci si pone sono:

- Aiutare gli alunni della 1° classe della Scuola Superiore a superare il disorientamento iniziale (del primo anno)

- Risvegliare nei ragazzi la motivazione allo studio utilizzando modalità diverse da quelle usate solitamente nelle lezioni del mattino.

- Fornire agli studenti strumenti per un lavoro scolastico proficuo.

- Favorire negli alunni la conoscenza di sé e delle proprie attitudini.

Il Centro di Informazione e Consulenza  presente all’interno degli istituti secondari di II ° grado di competenza dell’ASUR, le cui attività consistono, principalmente, nella realizzazione di interventi informativi nelle classi e nell’apertura di uno sportello di ascolto rivolto agli studenti,ai genitori e al personale scolastico.

L’esperienza è caratterizzata dall’alternanza tra scuola, convivenza e, soprattutto, attività di volontariato.

I ragazzi si confrontano con realtà delle quali hanno solo sentito parlare, ma di cui non conoscono l’esatta entità.

La giornata tipica è costituita dalle normali lezioni mattutine per alcuni, altri, a turno, provvedono a fare la spesa, cucinare e pulire la casa della convivenza.

Nel pomeriggio tutti sono impegnati in diverse attività di assistenza svolte presso i vari Enti ed Associazioni di volontariato e la sera è dedicata alla condivisione delle esperienze.

Tale progetto si pone come finalità la facilitazione della comunicazione, nell’ambito scolastico, tra le varie componenti che ne fanno parte, e il potenziamento delle risorse individuali degli alunni (socialità, autostima, assertività, capacità di prendere decisioni e assumere iniziative, ecc…).

Si vuole offrire uno spazio d’ascolto per le problematiche giovanili e non, nella convinzione che oggi la scuola non possa più esimersi dall’offrire, oltre ai contenuti culturali, anche una educazione-formazione nell’ambito della sfera socio affettiva.

I colloqui avverranno preferibilmente in orario extrascolastico, previo appuntamento preso garantendo la privacy degli alunni e di quanti ne dovessero fare richiesta; la metodologia prevista è quella della formazione umanistico integrata delle docenti counselors responsabili del servizio (e sottoposte a supervisione da parte dello psicologo del C.I.C ), formazione afferente all’area rogersiana-gestaltica.Si offre, altresì, la possibilità di una consulenza grafo motoria, utile per la conoscenza di sé.

Il nostro Liceo ha attivato, dal 2016, diversi progetti ed attività seguendo la pedagogia del Service Learning.

La finalità generale è quella di far uscire gli alunni dall’aula, intesa come spazio di comfort, per agire consapevolmente nella realtà seguendo la logica del servizio e della ricerca del bene comune.

Tali progetti promuovono il cambiamento sociale ed evidenziano la dimensione collettiva dell’educazione. Le competenze di cittadinanza sono, nello stesso tempo, prerequisito ed obiettivo. Gli alunni sono realmente protagonisti di tutte le fasi dei progetti.

PROGETTO UN VIAGGIO SENZA VALIGIA A.S. 2017/18

Il Liceo Galilei a Lampedusa a.s. 2016/17

Progetto "Un viaggio senza valigia - Laboratorio di consapevolezza per ridefinire i confini simbolici di migrazione e alterità"

UN VIAGGIO SENZA VALIGIA opt

Nell'a.s. 2017/18 il nostro Liceo partecipa al Progetto "Un viaggio senza valigia" - Laboratorio di consapevolezza per ridefinire i confini simbolici di migrazione e alterità, patrocinato dalla Regione Marche - Garante dell'Infanzia e dell'Adolescenza.

Scopri di più sul progetto

Una squadra vincente!

IL GALILEI SI ROVESCIA

Progetto "Un viaggio senza valigia....si parte" - Scuole Donatello e Faiani

Servizio TGR Marche del giorno 7/2/2018 presso la Scuola Primaria Maggini - I.C. Grazie Tavernelle di Ancona

Il viaggio continua.... presso le Scuole Primarie "Conero" e "Maggini"

14 Febbraio: terzo viaggio…all’Istituto Comprensivo Pinocchio - Montesicuro

7 marzo: l’avventura continua alle Scuole Maggini e Domenico Savio

Cambiare il volto dell’apprendimento

Sempre più entusiasti e motivati il "viaggio senza valigia" continua... - Attività con gli studenti della Scuola Media Marconi

La scuola “Francesco Podesti” …parte con i ragazzi del “Galilei” per la settima trasferta

Le scuole Conero in viaggio con noi

Costruire il futuro con una valigia...di solidarietà  (EVENTO FINALE)

Video evento finale del 20/4/2018

Servizio TGR Marche su evento finale

Il 17 dicembre 2016 è nato un comitato, il Comitato Xenia, gemellato con il Comitato 3 ottobre – onlus cha opera a livello europeo.

Formato da 50 alunni, appartenenti a tutte le classi del Liceo, ha come mission la promozione della cultura dell’accoglienza e del rispetto dell’alterità. Tale realtà nasce dall’esperienza vissuta a Lampedusa da alcuni ragazzi del nostro Liceo, dal 30 settembre al 4 ottobre 2016, poiché vincitori del concorso promosso dal MIUR “L’Europa inizia a Lampedusa”.