Area Scientifica e Nuove Tecnologie

Obiettivo del progetto è quello di elevare il livello di conoscenza dell’informatica e dell’uso del PC. Il progetto stabilisce uno standard di riferimento che attesti le competenze attraverso un certificato (Patente Europea di Guida del Computer ECDL), riconosciuto a livello internazionale.

La preparazione per tale certificazione viene svolta in orario curriculare nell’offerta formativa Liceo Scientifico Informatico e nell'opzione Scienze Applicate.

SCOPRI TUTTO SULL'ECDL

Rivolto agli studenti del quarto anno, il progetto offre l’opportunità di verificare le proprie inclinazioni ed attitudini, realizzando un confronto proficuo con altre realtà scolastiche.

Il progetto si rivolge agli studenti del biennio e del triennio, con i seguenti obiettivi:

  • stimolare gli alunni ad un interesse per la matematica esteso ad argomenti non trattati nel regolare corso di studi;
  • preparare gli alunni allo svolgimento di prove sotto forma di test ormai sempre più attuali;
  • proporre questioni di vario genere che richiedono buone capacità di analisi e sintesi oltre ad una buona intuizione.

Attività Olimpiadi di Matematica a.s. 2015/16

Attività Olimpiadi di Matematica aa.ss. 2016/17 - 2017/18

Le Olimpiadi, patrocinate dall’Associazione Nazionale Insegnanti di Scienze Naturali, perseguono i seguenti obiettivi:

- fornire agli studenti un’opportunità per verificare le loro inclinazioni e attitudini per lo studio e la comprensione dei fenomeni e dei processi naturali;

- realizzare un confronto tra le realtà scolastiche delle diverse regioni italiane, apportando eventuali aggiustamenti al curricolo di riferimento,

- individuare nella pratica un curricolo di riferimento per le scienze naturali, sostanzialmente condiviso dalla variegata realtà delle scuole superiori italiane;

- confrontare l’insegnamento delle scienze naturali impartito nella scuola italiana con l’insegnamento impartito in altre nazioni, in particolare quelle europee;

Si articolano in una fase di istituto, gestita dal liceo Galilei, dove viene selezionato un congruo numero di studenti del 3° anno, cui seguono una regionale, quindi una nazionale: mediante un curriculum di riferimento gli alunni potranno relazionarsi con altre Istituzioni scolastiche, nazionali ed europee.

Dall’astronomia all’astrofisica: analisi di eventi ad alta energia - EEE.

L’obiettivo principale del progetto, che si avvale anche della collaborazione dell’Osservatorio Astronomico di Pietralacroce di Ancona, è quello di avvicinare gli studenti allo studio dei fenomeni astronomici e alla fisica dei raggi cosmici nell’ambito del Progetto di ricerca internazionale EEE (Extreme Energy Events - https://eee.centrofermi.it/) del Centro Fermi.

byod devices

Da sempre protagonisti del cambiamento

Il nostro Liceo sperimenta, da anni, una didattica aumentata dalla tecnologia, innova e investe in strumenti e formazione.
Questa attenzione al futuro ci ha portato alla sperimentazione Cl@sse 2.0 prima, a vincere il bando della Regione Marche per diventare Scuol@ 2.0 poi, e, in seguito, alla sperimentazione I@app che ha visto classi del biennio del Liceo delle Scienze Applicate utilizzare i tablet per una didattica integrata.

L' Azione #6 del Piano Nazionale Scuola Digitale (Politiche attive per il BYOD) si colloca, dunque, nel solco di un'esperienza pluriennale che ha visto il nostro Istituto sempre protagonista del cambiamento, con un occhio attento alla tradizione. Per questo già da qualche anno, e prima del lancio del PNSD, alcune classi del biennio del Liceo delle

Scienze Applicate utilizzano la modalità BYOD.

La sceta di limitare il BYOD alle classi del biennio risponde ad una logica precisa: la metodologia che è alla base dell'utilizzo dei dispositivi in classe, infatti, si presta particolarmente allo sviluppo di tutte quelle competenze che vengono certificate alla fine dell'obbligo scolastico. 

Che cos'è il BYOD?

Bring Your Own Device (BYOD), in italiano “porta il tuo dispositivo”, è l'espressione che indica quelle politiche aziendali che in tutto il mondo consentono agli impiegati di utilizzare i propri dispositivi personali in ambiente di lavoro.

Il ricorso al BYOD, in ambito educativo, viene espressamente previsto da una specifica azione del Piano Nazionale Scuola Digitale (PNSD), il documento di indirizzo del Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca “per il lancio di una strategia complessiva di innovazione della scuola italiana e per un nuovo posizionamento del suo sistema educativo nell’era digitale”.

 

Gli studenti delle classi quarte potranno incrementare le loro competenze laboratoriali svolgendo esperienze ed attività guidate da docenti ed esperti universitari del Dipartimento di Chimica dell’Università di Camerino in linea con il Piano delle Lauree scientifiche.

Scienze a scuola

Tutti gli studenti interessati potranno diventare gli attori principali nel campo della divulgazione scientifica 2.0, in quanto coinvolti, in orario extrascolastico, in varie attività (stesura di testi di diversa natura, ripresa di materiale fotografico e video, collaborazione online sul modello wiki).

Si potrà così conseguire : una maggiore consapevolezza delle varie fasi della divulgazione scientifica, migliore attitudine a lavorare in team, acquisizione del metodo didattico detto cooperative learning. Il materiale prodotto sarà messo a disposizione online.

Il progetto scienzeascuola.it

logo scienzeascuola circolare

 

Scienze a Scuola è un progetto avviato dal Prof. Rocco Lombardo, attualmente insegnante di scienze presso il liceo Galilei di Ancona, nel 2008. Il lavoro del Prof. Lombardo è stato magnifico.

Ha trasferito le sue conoscenze in materia su questo portale, arricchendolo continuamente negli anni con materiali ricchi e interessanti.

Oggi questo sito è uno dei punto di riferimento per studenti e professori in cui trovare centinaia di articoli che spiegano le scienze e propongono anche moltissimi test e quesiti. Moltissime pagine sono posizionate in prima posizione o in prima pagina su Google.

Metodologia

Le metodologie sono insite nel mezzo stesso: i ragazzi metteranno a disposizione, cioè on line, tutto il materiale prodotto.

Per fare ciò utilizzeranno un CMS, un ambiente sviluppato per la collaborazione on line , un programma per l’elaborazione delle foto, un programma per il montaggio video.

Per quanto riguarda il rapporto con altre istituzioni, si cercherà di coinvolgere docenti e studenti di altre scuole, anche straniere.

Alcuni numeri del Progetto

Oltre 250 Articoli scientifici

Oltre 70 Esperienze di laboratorio realizzate

Oltre 30 Test e Esercitazioni

Oltre 200 Termini scientifici nel Glossario

Oltre 28.000 i link da altri siti verso Scienze a Scuola

159 i Paesi del mondo dai quali abbimo ricevuto visita

3000 Visualizzazioni di pagina al giorno

1.844.893 singoli utenti che hanno visitato il sito

Il 39% dei visitatori ha meno di 25 Anni. Il sito ha quindi l'interesse sia dei giovanissimi, ma anche degli adulti.

Circa il 20% dei visitatori lo ha fatto utilizzando smartphone o tablet

3.310.893 Visualizzazioni di pagina fino ad oggi

(fonte Google Analytics)

Ma non finisce Qui..

La pianificazione del progetto ha ipotizzato la successiva costruzione di una community online e quindi la ricostruzione del portale è stata fatta in quest'ottica, lasciando la strada aperta ad eventuali aggiunte successive.

Una pianificazione ed una progettazione lungimirante che non ha lasciato nulla al caso. Il layout grafico è responsive e mobile friendly per una migliore visualizzazione sui dispositivi mobile.

 

Vai al sito Scienze a Scuola

Le Olimpiadi di fisica offrono agli studenti l’occasione di confrontarsi con la soluzione di problemi complessi, sviluppando competenze disciplinari specifiche, ma anche competenze trasversali come lo spirito di iniziativa.

È previsto uno stage presso l’Università di Camerino per la preparazione alla fase regionale.

Attività dedicata agli alunni delle classi prime e quarte con laboratori e giochi di fisica guidati dagli esperti del Museo del Balì in trasferta nel nostro Istituto.

Attività di problem solving guidata dall’Università di Camerino e rivolta agli studenti delle classi quarte e quinte.

Il Liceo Galilei di Ancona ha attivato una Piattaforma di e-learning con la quale gli Studenti potranno studiare e prepararsi in un modo innovativo, anche da remoto, scaricando il materiale didattico e rivedendo le lezioni.

La piattaforma creata dal Prof. Ercoli si basa sul sistema Moodle (acronimo di Modular Object-Oriented Dynamic Learning Environment, ambiente per l'apprendimento modulare, dinamico, orientato ad oggetti), utilizzato anche dalle più prestigiose Università Italiane ed internazionali.

Approccio pedagogico

L'ideologia costruzionista alla base di Moodle, è evidenziata da vari aspetti del suo sviluppo, come la possibilità di far inserire e commentare tabelle di dati o wiki agli studenti, o di consegnare e correggere compiti tramite internet.

Per il docente è prevista la possibilità di visualizzare tutti i log degli studenti e di visualizzare quali non si sono collegati da più tempo.

Moodle lascia comunque la possibilità all'insegnante di gestire da sé il proprio corso, anche orientandolo al conseguimento dei risultati.

Funzionalità

Moodle permette di organizzare e gestire corsi in rete (e-learning, blended learning o autoapprendimento), lasciando agli studenti strumenti sociali come:

  • un forum,
  • un blog,
  • una chat,
  • una wiki,
  • un glossario dei quiz.

Moodle può utilizzare anche "unità" (Learning object) prodotte tramite applicativi d'autore dello standard SCORM.

Moodle può essere utilizzato in diverse lingue e con un aspetto personalizzato.

La sua struttura modulare, l'utilizzo di software libero e l'adozione di standard industriali aperti permettono inoltre di sviluppare e/o di aggiungere all'ambiente funzionalità e contenuti personalizzati.

Accedi alla Piattaforma di E-learning - Moodle

Google Apps for Education è una piattaforma che i docenti e gli studenti utilizzano per creare e condividere documenti scritti, presentazioni, fogli di calcolo, moduli.

I dati vengono conservati su cloud e sono sempre disponibili e accessibili persino dallo smartphone.

Il Liceo Galilei ha attivato il servizio Google Apps for Education creando un vero e proprio campus virtuale dove per tutti i docenti e studenti dell'istituto abbiamo messo a disposizione diversi servizi.

Il servizio Google Apps for Education fornisce uno spazio di 30 GB per alunno, una suite di programmi gratuiti ed utili per la didattica e un indirizzo di posta elettronica personalizzato.

Il punto di forza di questa piattaforma consiste nella possibilità di condividere documenti con tutta la classe, con i docenti ed anche con le altre classi del Galilei, permettendo quindi a tutti di poter studiare in maniera collaborativa, anche tramite smartphone.

Google Apps for Education

Scegli il servizio di tuo interesse

mail

LA POSTA

google-drive

IL CLOUD (CAMPUS)

agenda

L'AGENDA

Istruzioni d'uso di Google Apps for Education