Dal 4 al 6 di Aprile si è svolta a Genova la finale nazionale di Futura, evento organizzato dal Ministero della Pubblica Istruzione all’interno del Piano Nazionale Scuola Digitale.

Alla finale ha partecipato Andrea Tombolini della classe 4I. La squadra di cui Andrea ha fatto parte ha superato le selezioni regionali nel novembre scorso nella sezione Civic Hack con la proposta di un progetto che ha riguardato la riqualificazione del Porto di Ancona.

FuturaGenova

 

Il Civic Hack è una competizione di durata variabile che, a partire da una tema principale, propone delle sfide ai suoi partecipanti, i quali, organizzati in gruppi eterogenei, hanno il compito di affrontarle, ricercando e progettando nuove soluzioni, modelli, processi o servizi innovativi.

Gli hachatonisti marchigiani, vincitori dell’edizione #FuturaAncona hanno avuto la possibilità di vivere un’esperienza di grande valore, l’opportunità di apprendere strumenti e metodologie innovative di co-progettazione e di condividere la loro visione di società e di futuro.

Sin dalla partenza dalla stazione di Ancona tanta era la gioia e l’emozione: la gioia per il traguardo già raggiunto e l’emozione della sfida che li attendeva. Hanno lavorato intensamente con serietà ed impegno, hanno discusso, si sono confrontati anche fino a tarda notte. È stata un’esperienza importante ed estremamente formativa che Andrea Tombolini ha commentato così: “Non posso descrivere tutto ciò che ho realizzato in questi tre giorni ma sono certo che quando non trovo le parole per esprimere un’esperienza significa che questa è stata bellissima”.

Alla Cerimonia d’inaugurazione di giovedì mattina al Teatro Carlo Felice di Genova erano presenti: il Presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, il Sottosegretario al Ministero della Pubblica Istruzione Salvatore Giuliano, l’Assessore alla Cultura della Regione Liguria Ilaria Cavo.

Durante la Cerimonia si è esibito il cantante Fabbrizio Moro che è stato acclamato dai ragazzi.

Dalle ore 15.00 di giovedì 4 Aprile fino alle ore 17.00 di sabato 6 aprile gli studenti sono stati impegnati nello svolgimento del Civic Hack.  I 22 team provenienti da tutte le regioni d’Italia hanno lavorato alla revisione del progetto che li ha portati in finale con la supervisione di alcuni Mentor. La competizione si è svolta all’interno del Chiostro della Chiesa di Santa Maria di Castello a Genova.

Al termine della sessione di lavoro tutti i team hanno avuto 5 minuti per presentare alla giuria il loro progetto e altri 5 minuti per rispondere alle domande dei giurati.

L’evento si è concluso sabato 6 Aprile con una Cerimonia che si è tenuta nel Palazzo della Borsa di Genova alla quale hanno partecipato il Ministro della Pubblica Istruzione Marco Bussetti e l’Arch. Renzo Piano.

 

Tutti i numeri dell’iniziativa che ha coinvolto circa 2000 persone:

  • Sezione Civic Hack: 137 studenti coinvolti, 127 scuole partecipanti, 22 team

  • Teach Hack: 138 docenti coinvolti, 110 scuole partecipanti, 18 team

  • Millennials in movimento: 10 speakers

  • Premio Scuola Digitale: 107 studenti coinvolti, 18 scuole partecipanti, 18 team

  • Soccer Data Cup: 72 studenti coinvolti, 8 scuole partecipanti, 8 team

  • Womest: 56 studentesse coinvolte, 37 scuole partecipanti, 12 team