A due anni dalla definizione del Piano che ha stabilito i principali indirizzi in materia di innovazione della scuola italiana, anche in questo anno scolastico il MIUR ha promosso la Festa del Piano Nazionale Scuola Digitale.  

Il nostro Liceo ha paertecipato alla Festa e ha messo in vetrina le sue buone pratiche.

Grazie alla disponibilità dei Rappresentanti di Istituto, nella giornata di venerdì 19 gennaio, sono stati proposti, all'interno dell'assemblea dinamica, una serie di iniziative formative e di confronti, per raccontare e approfondire i temi del PNSD.

Tanti i laboratori attivati da insegnanti ed alunni. Il Photoshop, molto apprezzato dagli alunni, ha visto come tutor uno studente, Mauro Mandurino che ha svelato i segreti della fotografia digitale.

Nel laboratorio della Macchina computazionale, il prof. Piccini e gli alunni della 1B hanno dato una dimostrazione pratica del funzionamento del sistema binario, utilizzando una macchina autocostruita in grado di fare semplici somme e sottrazioni.

Il CodyMaze, labirinto virtuale nel mondo reale, ha permesso gli studenti di muoversi su una scacchiera reale, guidati da QRCode e da un bot di Telegram: alcuni alunni della 2I hanno fatto da tutor ai loro colleghi, aiutandoli ad affrontare le complesse istruzioni necessarie per uscire dal labirinto del codice. Altri alunni della stessa classe hanno coadiuvato la prof.ssa Coluccia nel laboratorio del Digital Storytelling: piccole storie di emozioni, create con Adobe Spark.

La prof.ssa Pascucci ha guidato il Digital Puzzle Story: il laboratorio di competenze delle due classi prime dell'Indirizzo Umanistico era inserito nel percorso finalizzato all'ideazione di due macro-storie per classe, partendo dalla caratterizzazione transcodificata dei personaggi, per realizzare quattro digital storytelling. 

Il Coding è stato protagonista dei laboratori tenuti dal prof. Morganti che con Mindcraft e le attività dell'Ora del Codice ha dato agli studenti un assaggio del linguaggio di programmazione.

Il Multiverso del prof. Cuccaroni è stato, invece, un viaggio multimediale nei modi poetici, tra canzone rap, videopoesia, poesia elettronica e Instapoetry, e si è concluso con un poetry slam, sfida in versi tra rapper e poeti del Galilei.

La Cratività digitale ha trovato spazio nel laboratorio della prof.ssa Mondelli che in lingua inglese, coadiuvata da alcuni ragazzi della 4F, ha fatto creare agli alunni delle presentazioni di sé in digitale, utilizzando WordArt.

Il clima è stato davvero quello della festa e l'entusiasmo dei ragazzi ha condito una mattinata all'insegna della condivisione, della collaborazione e della voglia di sperimentare nuove idee e nuove vie per la didattica.

Le riprese di tutta l'attività sono state effettuate da un gruppo di studenti della 4F, supervisionati dal prof. Fabio Sandroni: la nostra “Festa del PNSD” verrà così condensata in un videoclip e parteciperà al concorso  #ilmioPNSD